ANCHE IL LUPO IMPARA

Pubblicato il da stefy.stefy

ANCHE IL LUPO IMPARA
C'era una volta un lupo. Era nato e aveva vissuto buona parte della sua vita nello stesso branco, al sicuro con i suoi compagni e con la sua routine.
Caccia, condivisione, territorio definito e costruzione della sua esistenza secondo un percorso prestabilito dal capo branco, che impostava e guidava il gruppo.
Un giorno un incendio divampato nella parte di foresta in cui il branco orbitava, ne uccise parte dei componenti e disperse gli altri. 
Il branco si sciolse, ognuno fu un po' lasciato al suo destino e il maturo lupo, spaventato e soprattutto disorientato,  scappando si era trovato in un territorio che non era il suo, che non conosceva, che non aveva mai  esplorato.
Perse così tutte le sue sicurezze e i suoi punti di riferimento .
Iniziò, per lui un periodo che cambiò la sua natura e lo obbligò a reinventarsi per poter sopravvivere.
Riuscì a procurarsi cibo e riparo e fu molto bravo e per un po visse nei ricordi di quello che era stato quando era nel branco, ma senza pensare a unirsi ad un altro gruppo o a crearsene uno suo, per la paura di perderlo di nuovo.
Imparò a gestire il senso di abbandono e l'indipendenza.
 
Ad un certo punto, però, la sua natura di animale da compagnia e sociale lo spinse a cercare un altro branco.
La paura di perdere nuovamente tutto, il timore di abbandonare l'equilibrio che si era creato, lo spinsero a testare sporadiche e fugaci apparizioni in un nuovo branco, ma senza che una vera affiliazione si completasse. Rimaneva fuori a guardare e osservare, appagando un po' la sua voglia di condivisione.
Ma presto si stancò perché comprese che la partecipazione ad un gruppo deve essere attiva e completa per poterne appieno godere. Ma lui non era pronto per rientrare nel gruppo.
Imparò cosa non voleva, ma ancora non sapeva quello che voleva.
 
Passo dell'altro tempo e spostandosi incrociò un altro branco, a cui con cautela, decise di unirsi, perché fu accolto e ben voluto all'inizio, ma solo perché il branco aveva bisogno di lui, della sua capacità di esplorazione di nuovi territori, della sua capacità di adattamento. Ma non lo aveva capito e gradualmente calò i suoi timori e il passare del tempo lo aiutò a lasciare andare i suoi timori, ad aprirsi e a ritrovare una parte della sua natura primitiva, che si era rimodellata. Si riaprì alla condivisione, al dono, alla rinascita in gruppo.
Appena però il branco ebbe acquisito le capacità necessarie per essere indipendente in quel territorio e non ebbe piu bisogno di lui, lo scacciò e lui si ritrovò ancora da solo.
Imparò il cocente tradimento di chi considerava amico.
 
Passò dell'altro tempo e il richiamo della sua natura lo portò a trovare un altro branco, formato da lupi provenienti da altri branchi, scacciati o dispersi o abbandonati, alcuni feriti irreparabilmente. Si avvicinò, si approssimò alle attività e gli piacque molto, condividere e sentirsi parte. Lupi solitari insieme. Godevano della compagnia estemporanea e di momenti di convivialità per poi tornare alla loro più sicura tranquillità della solitudine, ma condividendo compiti e supportandosi.
All'interno del gruppo alcuni, nonostante frequentassero il gruppo, scomparivano repentinamente e senza fare ritorno e senza darne avviso.
 
Il lupo, partecipava al gruppo, manteneva la sua indipendenza non sarebbe mai scomparso lasciando i membri sprovvisti del suo supporto senza avvertirli prima, perché questo era il patto iniziale.
Imparò cosa non voleva essere .
 
Così  attraverso il corso della sua vita, il lupo accumulava l'esperienze necessaria per sopravvivere: aveva imparato a gestire l'abbandono, ad essere indipendente; aveva imparato a non fidarsi e  aveva imparato quello che non voleva essere e quello che non voleva.
 
E così il lupo cresceva. Forse aveva ancora tanta strada da fare e molte altre esperienze da affrontare, ma manteneva la voglia di provare, rompendo ogni volta un suo limite e scoprendo piano cosa voleva veramente.

Con tag racconti

Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:
Commenta il post

Uno nessuno e 05/13/2019 10:55

Sapere cosa non siamo è un ottimo inizio

stefy.stefy 05/13/2019 18:22

e....grazie di avermi letta :)

stefy.stefy 05/13/2019 15:56

Esatto! È un ottimo punto di partenza :)